Cani e bambini: come comportarsi | Cane in Viaggio

Cani e bambini: quello che c’è da sapere per introdurre un cucciolo in famiglia

Comportamento del cane
Ott
13

Bambini e cani possono essere grandi amici, se getti le basi per un rapporto di fiducia e reciproca condivisione tra loro.

Quando arriva un cucciolo in famiglia, che abbia due o quattro zampe, l’equilibrio in famiglia cambia decisamente. Ciò avviene quando adotti un cucciolo, quando un bebè nasce in famiglia e quando cani e bambini piccoli si incontrano. L’obiettivo è quello di rendere l’amico peloso un membro della famiglia e quindi fare in modo che i due “cuccioli” crescano insieme.

Grazie all’intervista che Cane in Viaggio ha fatto all’educatrice Marilisa Dones, abbiamo imparato come farsi ascoltare dal cane anche quando è stato appena adottato. Quello che va creato tra i vari membri della famiglia è un legame emozionale che porti tutti a sentirsi a proprio agio.

Cane e bambino: come creare un legame emozionale

Marilisa Dones, nella sua intervista sul target emozionale, ci ha insegnato che ogni animale domestico può entrare a far parte della famiglia se i padroni hanno il buon senso di educarlo correttamente. Quello che avviene tra umani e cani non è una richiesta o un’imposizione, ma una relazione gentile in cui tutti si sentono a proprio agio. Per esempio, rimproverare il cane è un gesto aggressivo che può innervosire il cane. Va invece sostituito con un premio (cibo o gioco) quando il cane si comporta correttamente.

Ma come si crea lo stesso legame tra cane e bambino? Non è semplice ma si può fare, con i giusti accorgimenti e l’educazione corretta verso entrambi. I due (o più) “cuccioli” di casa vanno educati a condividere gli spazi in maniera costruttiva, attraverso giochi, piccoli premi e richieste fatte con un tono di voce pacato. Cani e bambini possono diventare grandi amici e condividere i momenti di gioco, ma i loro ruoli vanno ben divisi.

Il bambino rimane “padrone” della situazione e in questo ha bisogno del supporto dei genitori ed, eventualmente, di un istruttore esperto. Al piccolo di casa va insegnato il giusto tono di voce e il giusto metodo per farsi ascoltare dal suo cane. In questa fase l’esempio degli adulti è fondamentale: sono loro a imporre le regole e a stabilire la relazione corretta tra cani e bambini.

Educare il bambino ad educare il cane

In una prima fase di incontro tra il bimbo e il suo animale domestico, i genitori devono stabilire delle regole di comportamento che desiderano mantenere in casa e fuori casa. Per esempio, è importante che il bambino e il cane sappiano che non si esce senza guinzaglio, che non si corre dentro casa, che non si fanno giochi rumorosi negli orari di riposo degli altri membri della famiglia o dei vicini. In questa maniera entrambi imparano come comportarsi sia nel privato che in mezzo agli altri, a rispettare i tempi e gli spazi altrui e a non disturbare in casa e fuori casa.

Quando il bambino è abbastanza grande da conoscere e rispettare queste regole, dargli qualche responsabilità nei confronti del cane renderà più saldo il loro rapporto. Si può partire da piccole cose come:

  • portare il cane a spasso tenendo saldo il guinzaglio (sempre con la supervisione dell’adulto);
  • dare da mangiare a Fido negli orari prestabiliti;
  • condividere i momenti di gioco all’aria aperta controllando che cane e bambino rispettino i passanti o gli altri ospiti del parco.

Cani e bambini piccoli, un legame per sempre

Se gli adulti di casa hanno abbastanza pazienza ed esperienza, mettere insieme cani e bambini piccoli, anche neonati, è un’ottima idea. Il cucciolo d’uomo crescerà con un migliore amico che potrebbe restargli accanto per molti anni e imparerà la compassione e il rispetto di tutte le creature viventi. Il rispetto tra cani e bambini piccoli deve essere reciproco. Delimitare gli spazi in cui il cane non può accedere e insegnare al bambino come giocare senza infastidire il suo cucciolo sono due percorsi educativi paralleli che devono proseguire alla stessa velocità.

In caso di necessità, si può ricorrere a un istruttore esperto nel rapporto tra cani e bambini che sarà di grande aiuto a tutti i membri della famiglia.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Resta aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter, resta sempre aggiornato sulle novità di Cane in Viaggio


    Dichiaro di aver preso visione della Privacy Policy